Anastasia Chernyavsky

styushAnastasia Chernyavsky, nata in Russia a Kazan, oggi vive e lavora negli Stati Uniti, nel circondario della baia di San Francisco, con il marito e i loro due figli. La fotografia, che costituiva inizialmente per Anastasia solo un hobby, era nata per ritrarre la propria primogenita Ethel, se stessa e il loro cane, ma solo successivamente ampliando la gamma ritrattistica con nuovi modelli, si è sviluppata includendo, tra gli altri, molti amici musicisti e artisti di ogni genere.

Styusha (come amano chiamarla affettuosamente gli amici) possiede una rara capacità di combinare il quotidiano, comune, con l’originalità del particolare, producendo una propria raffinata sensibilità emozionale sulla pellicola. Ogni sua immagine diventa opera d’arte, intesa come rappresentazione dell’universo femminile e liberazione della sua anima.

La maggior parte di questi lavori sono stati prodotti utilizzando una vecchia Rolleiflex del 1956 impiegando pellicola di medio formato.

Ha ottenuto una straordinaria notorietà nel 2013, quando una sua serie di autoritratti raffiguranti lei e i propri figli, nudi, pubblicata attraverso internet su tutto il mondo dei social media e dei blog, è stata censurata da Facebook.

Nel contempo una buona parte della critica e della stampa ne ha esaltato le qualità artistiche considerando le sue composizioni confrontabili e riconducibili ad alcuni dipinti rinascimentali, come la Madonna del Parto di Piero della Francesca.

Tra le mostre più importanti sono da ricordare quelle realizzate nel 2007 a Washington, nel 2008 a Los Angeles e San Francisco, nel 2009 a  Los Angeles, nel 2011 e 2012 a San Francisco.

http://www.styush.com/