Mostre Personali 2023 – Antonio Parrinello

ANTONIO PARRINELLO      

A modo mio, tra Cinema e Teatro

Joseane Zanchi Daher
MedPhotoFest 2023 - Mediterraneum4 MedPhotoFest 2023
MedPhotoFest 2023 – Mediterraneum4 MedPhotoFest 2023

ANTONIO PARRINELLO      

A modo mio, tra Cinema e Teatro

Antonio Parrinello, fotografo professionista siciliano, ha avuto modo, durante la sua carriera, di penetrare ed analizzare sia il complesso ed affascinante mondo della cinematografia che quello dell’avventura teatrale. Questa scelta tematica, affidata allo strumento fotografico, ha consentito all’autore di penetrare l’apparenza effimera che sta dietro l’evento teatrale (ogni rappresentazione è differente da quella che l’ha preceduta) e coglierne le peculiarità, le invenzioni, le agnizioni, le intuizioni talvolta solo indirette, addirittura inconsce, che nascono durante la gestazione drammatica, spesso inavvertite e sconosciute agli stessi protagonisti. Fotografare l’azione teatrale comporta un duello, un contrappunto, con gli autori della “piece”, col suo regista, con gli interpreti, con la scena tutta, persino con il pubblico, cosicché, osservando i fotogrammi, si capisce che oltre “l’intentio” dell’autore, oltre “l’intentio” dell’opera, c’è anche un altro aspetto da valutare ed è “l’intentio” dello spettatore” (v. Umberto Eco: I limiti dell’interpretazione)

Qui si inserisce autorevolmente lo sguardo perspicace ed attento del nostro autore il quale sa che deve mettere al giusto posto il dovere professionale della cronaca e, nel contempo, fornire allo spettatore una ragione in più per la partecipazione al comune “odéon”. Un dovere in più che si fa attenzione al testo, al climax espressivo raggiunto dalla rappresentazione, al virtuosismo coreutico, alla funzione espressiva e simbolica dell’apparato scenico. Tutto è affidato al suo occhio che deve afferrare, sintetizzare e “spiegare”; magari a futura memoria.

Della vicenda cinematografica Antonio è stato “il fotografo di scena”, quindi il cronista di un work in progress che davanti al suo obiettivo si dispiegava, e spiegava, raccogliendo sia il tempo della ripresa fotografica sia il “non tempo” dell’intervallo dove tutto si concentra in un’attesa tormentata tra ripensamenti, scelte da adottare, soluzioni da privilegiare. E magari, e nel frattempo, il fotografo di scena ha trovato la chiave giusta da suggerire, come accedeva con i grandi cronisti degli anni felici di Cinecittà.

Anche qui l’attenzione del Nostro si fa attenzione critica, apportatrice di un’informazione capace di costruire un parallelo controcanto, assolutamente sincero, naturale, concreto, strumentale per la finzione cui sta dando il carisma della realtà vera. Nel suo operare nessun privilegio divistico, nessun stupore da provincia, quanto un rispetto professionale per quella poesia che Fellini, Truffaut, W.Allen ci hanno “raccomandato” di amare.

Questa nota, legata alle proposte fotografiche in mostra, non deve farci dimenticare il contributo fotogiornalistico di Parrinello nei confronti della cronaca giudiziaria siciliana, l’attenzione al suo territorio (Etna su tutto), alle sue tradizioni (l’eterna Sant’Agata), alla sua economia (alta moda – Marella Ferrera), alla sua storia; riflessioni tutte confluite in tante apprezzate pubblicazioni editoriali.

  Pippo Pappalardo



Approfondimenti


Antonio Parrinello su Instagram

Instagram: https://www.instagram.com/parrinello_antonio_/?igshid=MzRlODBiNWFlZA%3D%3D

Sito Personale: https://antonio-parrinello.jimdosite.com/?fbclid=PAAab8ZSliudQpfqI9JIpq00oS7_Ajbpc2j6HQJRmhGfZqVFN_IO-O6qXssB8


ANTONIO PARRINELLO RACCONTA LA GIOIA DEL PULITZER E LE STORIE DEI MIGRANTI

Intervista ad Antonio Parrinello

“Le foto devono sempre raccontare una storia”. È questa la filosofia che attraversa  tutto il lavoro di Antonio Parrinello, fotoreporter per l’agenzia Reuters. Le sue foto sono tra quelle dei collaboratori dell’agenzia britannica che si sono aggiudicate il Premio Pulitzer, la più prestigiosa onorificenza per il giornalismo. Il premio è stato conferito  per  gli scatti che hanno raccontato la crisi dei migranti. In un’intervista a Sicilia & donna Antonio Parrinello racconta le sensazioni e le emozioni vissute sul campo come fotografo e come uomo.

Leggi Tutto

Verified by MonsterInsights