Modica e Scicli

Sala Convegni Fondazione Grimaldi

venerdì 23 ottobre, ore 18,00:

Presentazione del Med Photo Fest 2015.

Incontro con il Maestro della Fotografia Mario Cresci,

Consegna del Premio Mediterraneum 2015 per la Fotografia.

 

Fondazione Grimaldi

venerdì 23 ottobre, ore 19,00:

Inaugurazione delle mostre fotografiche.

23 ottobre/8 novembre

  • Mario Cresci, Bergamo: quel paesaggio d’antico sconquasso
  • Pino Ninfa, Milano: Round about township
  • Volker Figueredo Véliz, Cuba:Cámara de tortura
  • Ulderico Tramacere, Lecce: Arneo

 

     Auditorium Pietro Floridia

sabato 24 ottobre, ore 10,30:

Incontro degli studenti di Modica con Mario Cresci

 

Fondazione Grimaldi

sabato 24, ore 10,00/13,00 e 15,00/18,00 e domenica 25 ottobre,

ore 10,00/13,00: Lettura Portfolio Mediterraneum 2015,

Sala Convegni Fondazione Grimaldi

ore 17,00: Proclamazione vincitori e consegna al migliore autore del

Premio Fujifilm di Lettura Portfolio Mediterraneum 2015

 

     Sala Convegni Fondazione Grimaldi

sabato 24 ottobre, ore 18,00:

Presentazione del libro fotografico Future Image di Mario Cresci

a cura di Pippo Pappalardo

 

     Sala Convegni Fondazione Grimaldi

domenica 25 ottobre, ore 18,00:

Presentazione del libro fotografico Arneo di Ulderico Tramacere

a cura di Pippo Pappalardo

 

Palazzo Busacca, Scicli

giovedì 29 ottobre, ore 18,00:

Inaugurazione delle mostre fotografiche.

29 ottobre/15 novembre

  • Zied Ben Romdhane , Tunisia: Biri workers
  • Aurora Rosselli, Stati Uniti: Mnemosyne

 

   Centro Storico, Scicli e Modica

venerdì 30 ottobre, ore 15,00/18,00 e 20,00/23,00,

sabato 31 ottobre, ore 10,00/13,00, 14,00/18,00, e 21,00/23,00

domenica 01 novembre, ore 10,00/13,00:

           “Il palcoscenico della vita, nel quotidiano e nel sociale

Workshop condotto da Pino Ninfa a cura di Renato Iurato.

                     

Sala Convegni Fondazione Grimaldi

sabato 31ottobre, ore 18,00:

Presentazione del libro fotografico Storia di un’amicizia di Peppino Leone (Postcart Edizioni) a cura di Giuseppe Prode e Claudio Corrivetti.